Patrimonio

La particolarità di una cultura vivente

Numero 05, 2019

La particolarità di una cultura vivente

Amish (Tripathi) |autrice

Numero 05, 2019


Amish, uno degli autori più venduti in India, che approfondisce il mito considerandolo come fonte d'ispirazione e la cui trilogia di Shiva è stata la serie di libri più venduta nella storia editoriale del paese, scrive le sue riflessioni sulla rilevanza contemporanea degli antichi testi indiani esclusivamente per India Perspectives

Allora, qual è la verità? “Satyameva jayate”, afferma la Mundaka Upanishad. Solo la verità prevale. Chi non sarebbe d’accordo? Come sottolineavano gli antichi, “nissandeha”, senza dubbio. Ma cos’è la verità? È la mia verità o la tua verità? Esiste una verità universale? È l’opposto della verità, della menzogna? La verità è legata ai fatti? Dati verificabili? O potrebbe essere archetipo? La verità delle intenzioni? Non lo so. Ma i nostri itiha intensi ci fanno arrivare a un livello di comprensione sofisticata, riportandoci indietro nel tempo, a quelle che erano le idee dei nostri antenati e precursori. Queste storie antiche sono un invito a impegnarsi nella ricerca di risposte che saranno sempre attuali e pertinenti. Perché ci aiutano a capire la vita e il ruolo che svolgiamo in essa. Ecco perché rimangono vive e vibranti nella nostra immaginazione collettiva. Considera lo stato di altre antiche civiltà. Thor (il dio germanico) è stato bandito dalla Scandinavia, il dio del Sole, Ra è sorto in Egitto e Zeus giace sepolto nella neve sul Monte Olimpo. Ma le storie del Dio Rama dominano in India; il Dio Krishna continua ad affascinare e il magnifico Dio Shiva non ha cessato di volteggiare nei nostri cuori. Un’Akhand Ramayan che legge in una casa indiana fa rallentare il tempo, anche in questi tempi frenetici, e gli indiani non si stancheranno mai di dissezionare i personaggi confondenti del Mahabharata.

Le interpretazioni in chiave moderna del Mahabharata e del Ramayana incorporano i valori originali di giustizia, amore e compassione, mettendoli in mostra con elementi contemporanei

Un’analisi superficiale potrebbe suggerire che la nostra cultura e le nostre storie sono cospicue in confronto a quelle di altre antiche civiltà come la Grecia e l’Egitto. Ma mi guarderei dal pronunciare questa frase presuntuosa. Senza dubbio, le nostre storie sono incantevoli. Ma lo sono anche i miti greci di Zeus e la sua coorte dell’Olimpo; e altrettanto magnifico e profondo il loro significato. Il Thor che brandiva il martello era una figura ispiratrice della mitologia norrena (alcuni credono che la radice della parola giovedì sia in realtà il giorno di Thor). Perché questi potenti dei si ritirarono nell’anonimato? Credo sia perché hanno perso la loro importanza nella vita del popolo.

Ma perché questo non è successo in India? Secondo me, questo è dovuto al nostro talento nel modernizzare e definire i nostri miti. Vorrei portare come esempio una delle nostre epopee più popolari, il Ramayana. Un serial televisivo negli anni ’80 ha rivisitato in chiave moderna la storia del Dio Rama, riportandola alla nostra epoca. La serie si basava in gran parte sui Ramcharitmanas scritti dal saggio Tulsidas nel XVI secolo; ma lo stesso Tulsidasji aveva apportato cambiamenti significativi rispetto al testo originale Valmiki Ramayana, rendendo più moderna la storia del Dio Rama rispetto all’epoca in cui visse. Il Kamba Ramayana del Sud fece coincidere l’epopea con la sensibilità del XII secolo. Pertanto, le storie dei nostri dei e delle nostre dee si sono evolute costantemente, conservando il meglio delle versioni più antiche e aggiungendo l’attrattiva della novità, mantenendo quindi le nostre idee sempre degne di nota, contemporanee e vive.

un grande rilievo roccioso intagliato a Mamallapuram, Tamil Nadu, che mette in mostra la penitenza di Arjuna. Mahabalipuram (Mamallapuram) rimane ancora una delle maggiori attrazioni turistiche dello stato

Se esaminiamo il Mahabharata, esso ci allontana dal richiamo del giudizio nelle accoglienti braccia della compassione e della comprensione; dove la sfumatura diventa possibile. Vediamo le debolezze anche nei Pandava e i punti di forza anche nei Kaurava. Siamo confusi dal Dio Krishna e persino Shakuni (un personaggio estremamente intelligente, ma subdolo rispetto a Mahabharata) il cui passato che gli faceva desiderare, come alcuni potrebbero sostenere, una vendetta logica. Eppure, se i Kaurava avessero vinto e i Pandava avessero perso, qualcosa non sarebbe sembrato giusto…

Il dibattito continua e la vita continua a stupire. Le nostre lotte continuano e solo gli angoli più profondi del cuore sanno se le nostre azioni sono alimentate dall’ego o dall’amore. Il Mahabharata scongiura una facile comprensione. La Gita offre risposte, ma anche alcune domande. Tuttavia, i dubbi sono positivi, poiché stimolano lo spirito di osservazione, se vissuti con saggezza. Ci vuole un individuo maturo e saggio per capire veramente i nostri testi. Perché non ti trattano come un bambino che ha bisogno di ordini, ma come un adulto che ha bisogno di incoraggiamento per evolversi. È come un cerchio; un cerchio che ha mantenuto viva la nostra antica cultura. Pertanto, il nostro itiha rimane vivo, perché la religione e il liberalismo storicamente non sono stati in guerra in India. Di conseguenza, diverse religioni hanno imparato a coesistere e ad avere una mentalità aperta; celebriamo la modernizzazione e la localizzazione, mantenendo ostinatamente le migliori pratiche dei nostri antichi; quindi, mantenendo la nostra teologia ad un livello rilevante. In maniera controintuitiva, per il liberalismo è possibile alimentare la religiosità e viceversa. E la nostra India, questo bellissimo paese, è sempre stata controintuitiva!

l’attore di Bollywood Amitabh Bachchan con l’autore Amish Tripathi durante la festa per il successo globale di uno dei suoi libri.

Amish (Tripathi)

Amish (Tripathi) è autore pluripremiato della trilogia di Shiva e della serie Ram Chandra. Amante della lettura e ricercatore, Amish è l'attuale direttore del Nehru Centre (Londra) che promuove scambi culturali tra India e Regno Unito.
error: Content is protected !!