Progresso

Del popolo, dal popolo e per il popolo

Numero 03, 2020

Del popolo, dal popolo e per il popolo

Shrabasti Mallik |autrice

Numero 03, 2020


Per vari decenni il Padma Award, la più alta onorificenza civile dell'India, ha riconosciuto i meriti di uomini e donne. Tre anni fa, il governo ha modificato la procedura di nomina per il premio, incoraggiando i cittadini del paese a nominare eroi in sordina che si sono dedicati al servizio per la società

Per i residenti di Bolpur, una città alla periferia di Calcutta, nel Bengala occidentale, il dottor Sushovan Banerjee è noto come “ek takar daktar” (il dottore di una rupia). Negli ultimi 47 anni, infatti, ha curato i pazienti in cambio della somma simbolica di 1 rupia! Altrettanto ispiratrice è la storia del dottor Tsering Landol. Consacrata come prima ginecologa del Ladakh, le è stato riconosciuto il merito di aver prestato cure mediche specialistiche per un quinto dei parti avvenuti nella zona e per aver contribuito al miglioramento del sistema sanitario del Leh’s SN Memorial Hospital, l’istituzione medica a cui è stata associata per oltre due decenni, fino al 2003, anno in cui maturò i requisiti di accesso alla pensione di anzianità. Ma continua a dirigere cliniche prestando volontariato settimanalmente presso la Ladakh Heart Foundation. Loro sono solo due delle 141 persone a cui sono stati conferiti i Padma Award, una delle più alte onorificenze civili dell’India, che si sono distinte per aver prestato un servizio eccezionale nonché lodevole, conferiti ai premiati dal governo indiano nel 2020. I premi (in ordine) – Padma Vibhushan (assegnati per un servizio eccezionale e distinto), Padma Bhushan (per un servizio distinto di alto livello da parte di un cittadino in un campo specifico) e Padma Shri (servizio distinto) – sono proclamati nel ​​giorno della festa della Repubblica (26 gennaio), ogni anno e vengono conferiti qualche mese dopo la cerimonia, per la cerimonia di investitura civile che si tiene al Rashtrapati Bhavan. Quest’anno il governo ha anche tenuto un quiz basato sulla vita degli eroi indiani, con cui c’è stata l’occasione di assistere alla cerimonia di consegna dei Padma Award, a Nuova Delhi. La cerimonia, tuttavia, in un primo momento è stata rinviata al 3 aprile e, successivamente, è stata ulteriormente rinviata a causa dell’epidemia di Coronavirus. PROCEDURA DI NOMINA I Padma Award furono istituiti dal governo indiano nel 1954, insieme al Bharat Ratna, la più alta onorificenza civile dell’India. Da allora, fino a circa tre anni fa, le procedure di nomina venivano formulate dal Comitato dei Premi Padma, che ogni anno veniva nominato dal Primo Ministro. Oggi, sotto la guida del Primo Ministro Narendra Modi, il processo di nomina è stato aperto al pubblico e invita persino all’auto-nomina. Questa decisione di cambiare il “prototipo” fu dichiarata dal Primo Ministro Modi in un tweet ufficiale del 17 agosto 2017: “Ricordate come venivano assegnati i Padma Awards in precedenza? Abbiamo apportato un “piccolo” cambiamento: ora anche il popolo può partecipare alle procedure di nomina, a differenza del passato (sic)”. Tale è stata la risposta schiacciante che, nel suo discorso mensile alla nazione, nel gennaio di quest’anno, il Primo Ministro dichiarò che per il 2020 sono state ricevute oltre 46.000 nomination, cioè un numero di 20 volte superiore a quello ricevuto nel 2014. “Attualmente l’intero processo [dei Padma Award] viene completato online. In precedenza, la decisione veniva presa da pochi eletti. Oggi viene gestita interamente dal popolo”, aveva detto. EROI IN SORDINA Uno dei maggiori successi dell’apertura della procedura di nomina al popolo è il riconoscimento conferito ad un ampio numero di eroi non celebrati, che hanno silenziosamente dedicato la propria vita al miglioramento della società. Secondo il Primo Ministro, molti dei vincitori del premio Padma di quest’anno sono coloro che sono risaliti dalla “base della piramide” grazie al loro duro lavoro. “Sono riusciti a superare i limiti delle loro risorse e una terribile situazione di disperazione, facendo grandi passi avanti”, aveva sottolineato. Nel 2020, i premi hanno riconosciuto l’impegno di Moozhikkal Pankajakshi del Kerala, Jagdish Lal Ahuja del Punjab e Usha Chaumar del Rajasthan, solo per citarne alcuni. Sembra che Pankajakshi sia uno degli ultimi praticanti del nokkuvidya pavakal, arte del tradizionale teatro delle marionette del Kerala, prossima all’estinzione. Ahuja, 84 anni, chiamato affettuosamente langar baba, era un milionario che si è fatto da solo, e negli ultimi vent’anni ha venduto tutto e ha dedicato la sua vita a servire cibo gratis per i poveri. Da spazzino a Presidente della Sulabh International, la storia di Chaumar è fatta di grinta, capacità di migliorarsi e rafforzarsi. Il loro impegno è stato premiato con un Padma Shri. Ci sono tantissime altre storie come queste. Tuttavia, insieme a tali silenziosi presagi di cambiamento, alcuni nomi di personaggi noti che hanno ricevuto il premio comprendono l’ex Ministro degli affari esteri, Sushma Swaraj (postumo – Padma Vibhushan), la leggenda della boxe, MC Mary Kom (Padma Vibhushan), la cantante classica Ajoy Chakravorty (Padma Bhushan) e il regista di Bollywood, Karan Johar (Padma Shri). Padma Vibhushan (For exceptional and distinguished service) 1) Sushma Swaraj (Posthumous), Delhi (Public Affairs) 2) Arun Jaitley (Posthumous), Delhi (Public Affairs) 3) MC Mary Kom, Manipur (Sports) 4) Vishveshateertha Swamiji Sri Pejavara Adhokhaja Matha Udupi (Posthumous), Karnataka (Others-Spiritualism) 5) George Fernandes (Posthumous), Bihar (Public Affairs) 6) Chhannulal Mishra, Uttar Pradesh (Art) 7) Sir Anerood Jugnauth GCSK, Mauritius (Public Affairs) Padma Bhushan (Distinguished service of higher order) 1) Krishnammal Jagannathan, Tamil Nadu (Social Work) 2) Balkrishna Doshi, Gujarat (Others-Architecture) 3) Anand Mahindra, Maharashtra (Trade and Industry) 4) M Mumtaz Ali (Sri M), Kerala (Others-Spiritualism) 5) Neelakanta Ramakrishna Madhava Menon (Posthumous), Kerala (Public Affairs) 6) Venu Srinivasan, Tamil Nadu (Trade and Industry) 7) Manoj Das, Puducherry (Literature and Education) 8) Prof. Jagdish Sheth, USA (Literature and Education) 9) Anil Prakash Joshi, Uttakhand (Social Work) 10) Syed Muazzem Ali (Posthumous), Bangladesh (Public Affairs) 11) Dr Tsering Landol, Ladakh (Medicine) 12) Ajoy Chakravorty, West Bengal (Art) 13) Manohar Gopalkrishna Prabhu Parrikar (Posthumous), Goa (Public Affairs) 14) SC Jamir, Nagaland (Public Affairs) 15) Muzaffar Hussain Baig, Jammu & Kashmir (Public Affairs) 16) PV Sindhu, Telangana (Sports)

Shrabasti Mallik

Laureata presso l'Indian Institute of Mass Communication, ha lavorato con MYCityLinks, un tabloid con sede a Bhubaneshwar e il quotidiano The Pioneer. Ama la musica, è una bibliofila e ama scrivere dei suoi viaggi, di musica e di qualsiasi argomento che suscita il suo interesse.
error: Content is protected !!