Viaggi

Uno scorcio di vita rurale

Numero 06, 2020

Uno scorcio di vita rurale

Kumar Anubhav |autrice

Numero 06, 2020


Mentre il mondo si riprende dalla pandemia da COVID-19, stanno cambiando le norme di viaggio, con una crescente attenzione al turismo rurale. Con l'assistenza del governo, questa tendenza non solo incoraggerà lo scambio culturale e di esperienze, ma garantirà anche un sostegno finanziario ai villaggi

Nel villaggio di Lamhi, alla periferia di Varanasi, Uttar Pradesh, è in corso la pianificazione per iniziare nuovamente ad accogliere i turisti internazionali dopo la pandemia da COVID-19. Popolare tra i turisti nazionali in quanto luogo di nascita del leggendario autore hindi Munshi Premchand, Lamhi è il villaggio indiano per eccellenza. Il suo stile di vita lento ed essenziale, in netto contrasto con il ritmo frenetico delle città, offre ai visitatori la possibilità di godere del fascino idilliaco della vita del villaggio indiano, rendendo Lamhi una parte del circuito del turismo rurale promosso nell’Uttar Pradesh. Ciò che rende questo piccolo villaggio ancora più attraente come destinazione turistica è la sua vicinanza a famose destinazioni come Varanasi e il centro di pellegrinaggio buddista di Sarnath. “I turisti avrebbero la possibilità di arrivare a queste destinazioni rurali lungo le rive del fiume Ganga in barca”, ha detto l’ufficiale regionale del turismo in Uttar Pradesh, Keertiman Srivastava, rivolgendosi ai media per spiegare come il Dipartimento del turismo dello stato sta lavorando a prevede di sviluppare il turismo rurale a Varanasi e dintorni nel periodo successivo alla pandemia. Nell’ambito dell’iniziativa, ai turisti verrà offerto un tour degli idilliaci dintorni, verranno portati a vedere la vita del villaggio a Kaithi o saranno accompagnati al villaggio adottivo del Primo Ministro indiano Narendra Modi, Jayapur.

Degno di nota

Mentre negli ultimi anni l’industria del turismo a livello globale si è concentrata sull’importanza di vivere esperienze uniche e piacevoli, la necessità di esplorare l’inesplorato e stare il più vicino possibile alla natura è stata portata a casa durante la pandemia. Anche in India, i tesori della vita agraria del paese vengono rivelati ai viaggiatori, con i dipartimenti statali del turismo che lavorano per questo. I loro sforzi sono stati integrati dal tema della Giornata mondiale del turismo dello scorso anno (27 settembre) – Turismo e sviluppo rurale.In Rajasthan, il governo dello Stato sta lavorando alla creazione di programmi turistici innovativi per attrarre viaggiatori con esperienze uniche e per generare nuove opportunità nelle aree rurali. Anche in Bihar e Kerala si stanno sviluppando circuiti di turismo rurale e il Ministero del turismo del governo indiano, ha approvato due progetti in questi due stati come parte del suo impegno per portare il turismo nei villaggi del paese. I progetti si concentreranno sullo sviluppo del circuito dei villaggi di Bhitiharwa, Chandrahia e Turkaulia in Bihar e Kerala, lo sviluppo della crociera Malanad Malabar.

nel turismo rurale, i visitatori si impegnano in attività di volontariato come l’assistenza medica e l’insegnamento

Turismo e occupazione

Il turismo rurale, o incoraggiare i turisti a visitare i villaggi, non solo arricchisce l’esperienza di un viaggiatore, ma stimola anche l’economia locale. Quando i turisti arrivano in un villaggio, spendono in vitto, alloggio e acquisto di oggetti di artigianato e cimeli autoctoni.Gli artigiani locali non solo ottengono acquirenti nuovi e diretti per i loro prodotti, ma ricevono anche feedback in loco dai loro clienti. In alcuni casi, quando i turisti internazionali arrivano nei villaggi, gli artigiani locali sono esposti a richieste di design, aiutandoli a far evolvere il loro lavoro.L’impatto maggiore, tuttavia, può essere visto nella crescita di hotel e alloggi per famiglie. Con l’aumento del turismo rurale, i proprietari di case anche in villaggi remoti del paese sono stati incoraggiati a gestire alloggi per famiglie, offrendo ai turisti l’opportunità di dedicarsi alle tradizioni, alla cultura e alla cucina locali, aumentando così il reddito dell’ospite.Il turismo aiuta a costruire una relazione simbiotica tra le tasche urbane e quelle rurali attraverso il trasferimento di conoscenze. I viaggiatori delle aree urbane possono visitare i distretti rurali e trasmettere le loro conoscenze, tecnologie e risorse alle comunità locali in cambio della loro cultura e del loro patrimonio. 

qui vediamo una signora del remoto villaggio Sabalpura del Rajasthan che indossa abiti e ornamenti etnici

Rilevanza culturale

Le comunità rurali dell’India sono ricche di diversità culturale e patrimonio. Queste comunità dipendono principalmente dall’agricoltura per il loro sostentamento e non sono in grado di capitalizzare il loro patrimonio culturale, con conseguente estinzione di varie pratiche, arti e mestieri secolari. Nel mondo di oggi, l’importanza del turismo rurale risiede nel fatto che ci sono molti viaggiatori urbani che vogliono conoscere questi beni culturali nascosti ma non sono in grado di farlo, a causa della mancanza di consapevolezza su di essi. Con l’avvento dei turisti, questi beni possono diventare finanziariamente autosufficienti e autosufficienti.Lontano dalle frenetiche città e dai famosi luoghi turistici, i villaggi possono diventare santuari di pace e benessere per i viaggiatori. In India, con molte strade per il turismo sostenibile e rurale che si uniscono alla collaborazione della popolazione locale, il viaggio responsabile nei villaggi sarà sicuramente ciò che chiamiamo la nuova normalità.

Kumar Anubhav

Amitava Nag è un noto critico e autore di film senior, nonché uno dei membri fondatori e attuale redattore della rivista cinematografica Silhouette. Uno dei suoi numerosi libri è su alcuni degli iconici personaggi dei film interpretati da Soumitra Chatterjee.
error: Content is protected !!